Cric per auto: modelli, offerte e guida alla scelta tra le varie tipologie

cric per autoIl cric per auto permette di sollevare la tua vettura per poter cambiare, ad esempio, una gomma bucata. Ogni macchina ha in dotazione già il classico cric a pantografo. In commercio però ci sono anche altre tipologie di martinetti che possono sostituire il prodotto che viene dato in dotazione.
Uno tra i più apprezzati per le autovetture è di certo quello a bottiglia, ma ne esistono tanti altri. E in questa pagina vedremo proprio la differenza tra i diversi tipi di martinetti da utilizzare in caso di bisogno.

Subito vogliamo mostrarti delle offerte, così (se interessato) puoi risparmiare sull’acquisto dei seguenti cric martinetti per auto.

 
Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2019 13:50

Quale cricchetto per auto per un uso hobbistico/domestico?

Approfondiremo meglio le tipologie più avanti, adesso vogliamo essere molto più diretti e vogliamo dirti che, per un uso hobbistico, riteniamo il circ idraulico a bottiglia il migliore.
Perché?
Perché richiede meno forza per il sollevamento del veicolo. Inoltre, è piccolo e puoi tranquillamente metterlo in auto senza che occupi troppo spazio.E tra i modelli sollevatori per auto migliori segnaliamo il Goodyear GOD1253 che puoi scoprire qui.

Cric per auto professionale: a carrello e da fossa i più “gettonati”

Se stai cercando un cric professionale da utilizzare in officina, allora sarai orientato verso il cric idraulico a carrello e il cric da fossa. Entrambi i martinetti sono dotati di ruote che ne permettono un facile spostamento. La differenza principale è che il cric idraulico da fossa è usato sottoponte e solo per sollevare parti di un veicolo, il cric a carrello è usato per sollevare il mezzo.
E tra i migliori martinetti a carrello vogliamo consigliarti l’acquisto del Bgs 2888 [scoprilo qui], sollevatore da 2,5 tonnellate con doppio pistone.

Cric auto per usi hobbistici: meccanico, idraulico o elettrico?

Per un utilizzo di tipo “domestico”, quindi orientato solo ed esclusivamente per cambiare le gomme in caso di necessità o nel caso sia giunto il momento del “cambio invernale”, la scelta si basa principalmente su tre tipologie. Ci riferiamo al cric meccanico, al cric idraulico e al cric elettrico.
Quali sono le differenze tra i tre martinetti?
Questo è proprio ciò che vedremo nei prossimi sotto-paragrafi.

Cric a pantografo per auto: i martinetti più faticosi e più economici

Il cric a pantografo è uno strumento che riesce a sollevare il mezzo grazie ad un movimento di tipo meccanico. Infatti, con questo apposito martinetto basta girare una manovella. Tuttavia si tratta del cricchetto che richiede un maggiore sforzo all’operatore. Di contro sono però i più economici, come dimostrato dall’ottimo Lampa 71502.

Cric idraulici per auto: i martinetti più “potenti”

Per quanto riguarda invece il cric idraulico non abbiamo più un meccanismo meccanico, ma il funzionamento si basa sulla Legge di Pascal. In sintesi si fa meno fatica rispetto ai cricchetti meccanici. Ecco perché ad oggi molti automobilisti sono orientati verso l’acquisto di tali tipologie. Tra cui distinguiamo i cric a bottiglia (a livello hobbistico i più economici) e i cric a carrello (i più bassi).

Cric elettrici per auto: sarebbero i migliori, ma da valutare l’affidabilità

Il cric elettrico è parecchio differente perché funziona senza richiedere alcuno sforzo all’operatore. Non devi agire su una leva, devi premere il pulsante di un telecomando. Non dovrai neppure inginocchiarti per eseguire l’operazione di sollevamento. Quindi, risultano facilmente utilizzabili anche dalle donne. Infatti, basta collegare il cric martinetto elettrico all’accendisigari dell’auto. In alternativa si può pure collegare il cricchetto alla batteria della tua vettura.
Tuttavia, i modelli di tale tipologia non sono tutti molto affidabili, quindi valuta bene la scelta finale da effettuare. Noi consigliamo di approfittare di questa offerta per acquistare sia un martinetto elettrico che un avvitatore.

Cric per Suv: quante tonnellate?

Nella scelta di un cric per Suv o, in generale, per auto, bisogna valutare attentamente la capacità di sollevamento. Infatti, questo fattore è molto importante. Se la capacità di sollevamento non è adeguata, rischi di acquistare un prodotto non attinente alle tue esigenze. Una martinetto da 3 tonnellate è ideale per alzare un Suv. Anche perché non c’è da sollevare tutto il mezzo, ma solo parte di esso.
Se invece necessiti di un cricchetto meno “potente” per la tua utilitaria o magari più “potente”, allora puoi visitare le pagine che ti elenchiamo in basso:

Martinetti per auto: prezzi anche piuttosto bassi

Dopo aver visto tutto quello che c’era da sapere sul cric per auto, passiamo adesso a valutare il lato economico di questo prodotto. Sono diversi i modelli e una cosa però è certa: il martinetto per auto per uso “domestico” ha un prezzo alla portata di tutti. Non dovrai spendere grosse cifre e optando per i cricchetti meccanico, come questo, di certo risparmi.
Ricorda sempre di acquistare il martinetto con le giuste caratteristiche (principalmente altezza e capacità di sollevamento) per evitare un acquisto che sia del tutto inutile.